Archivi tag: Bologna

Lettera aperta di Giordano Sangiorgi: perchè appoggio Marcello Corvino

Caro Marcello,
 sono ben lieto che l’Italia dei Valori faccia un convegno legato ai temi della cultura e della musica, temi spesso all’interno di una campagna elettorale poco considerati. Merito quindi a Italia dei Valori stasera di aver posto al centro dell’attenzione tali argomenti che, è il mio auspicio, devono essere parte integrante di un programma per il nuovo Governo della città di Bologna.

Senza adddentrarmi nel terreno della cultura, dove pure potrei certamente dare un mio personalissimo contributo, ma che non essendo il mio argomento specifico non intendo affrontare desidero solo porre al centro alcuni punti sulla questione “musica a Bologna” che è quella che più mi appartiene e che mi ha portato a dare vita a un piccolo coordinamento leggero, Bo – Indies, di produttori indipendenti bolognesi, tra i quali spicca l’amico Massimo Benini di Irma Records, una delle personalità di spicco del settore a Bologna e in Italia, che ha cercato di sensiblizzare e valorizzare tali realtà con alcune piccole iniziative di successo: il riconoscimento a Freak Antoni nei 30 anni di attività; un’anteprima Mei con le migliori leve della nuova scena indie bolognese; un convengo sul futuro della musica apprezzatissimo in Italia e all’estero e, tra le altre cose, la proposta di un mini-cartellone estivo in Vicolo Bolognetti per il quale mi sto adoperando insieme agli amici di Trovarobato.

Per questo non posso che condividere il programma promosso da Marcello Corvino  a proposito della musica made in Bologna:
Portare a Bologna il MEI, Meeting delle etichette indipendenti. L’unica manifestazione di grande risonanza per la musica indipendente italiana da fratelizzarsi insieme alle realtà musicali bolognesi e agli enti come Comune , Fiera egli altri  enti..
– Dare rilevanza nazionale ad una manifestazione di fondamentale importanza per le giovani band emergenti come  Scandellara Rock legandola ad un proscenio come il Mei;
– portare a Bologna insieme al Mei  il Womex, World Music Exposition, vetrina mondiale che porterebbe Bologna direttamente nel cuore della produzione musicale indipendente internazionale;
– organizzare una grande vetrina per la musica indipendente bolognese ogni ottobre, il mese in cui Bologna celebra il riconoscimento UNESCO, nelle diverse piazze centrali cittadine.
– valorizzare la creatività videoclip mettendola in stretta relazione con le istituzioni della cinematografia di Bologna (Cineteca, Cinema Lumière, Università) visto che Bolgona è città oltre che di indies di qualità di grandi videomaker.
– Stabilire che il comparto Musicale è un comparto economico con posti di lavoro e che i lavoratori della musica hanno diritto ad essere tutelati e vivere del proprio operato come tutti gli altri lavoratori.
– E’ necessario consolidare una rete di rapporti nel settore musica tra enti locali, università, produttori, promoters, artisti, festival e luoghi del territorio, per valorizzare i giovani talenti della musica made in Bo che può tornare al centro della musica nazionale e internazionale solo con sinergie strutturate.
– La musica contribuisce a rendere la nostra vita migliore e toglie dal degrado sociale e urbano i luoghi in cui essa viene praticata.

Per tali motivi ritengo anche che nelle deleghe prossime del Comune di Bologna, per riportare la musica bolognese ai fasti di un tempo, e cioè centro della nuova musica italiana, come di fatto è grazie alle sue produzioni, una delega alla Musica specifica che permetta così di creare un’attenzione specifica per un’area, quella musicale, che ha avuto ben poco di un percorso organico di crescita e valorizzazione nonostante una indagine importante come quella di Promo Bologna abbia sottolineato l’importanza di tale settore e di tanti degli interventi, tra quelli sopra descritti come prioritari, e abbia censito oltre 60 produzioni discografiche attive nella sola provincia di Bologna, delle quali alcune di indubbia qualità italiana e internazionale.

Per tali motivi riteniamo fondamentale una presenza di una sensibilità simile in Consiglio Comunale ben sapendo che tale sensiblità si trovano anche nelle liste tutte che appoggiano il centro sinistra tutto e che vi sono anche attenzioni e sensiblità trasversali presenti in ogni forza presente alle prossime candidature comunali, capaci così di creare una forza trasversale, capaci di ottenre quei risultati per la  musica indispensabili per far e tornare Bologna, Capitale della Musica Italiana.

Giordano Sangiorgi (Associazione AudioCoop)

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

“EMERGENZA CULTURA”: Stasera, 3 giugno, dalle ore 20.00

corriere per sito

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

3 Giugno ore 20.00 “EMERGENZA CULTURA: COSA FARE A BOLOGNA”

Il 3 giugno a partire dalle ore 20 presso “Le Scuderie” di P.zza Verdi, discuterò insieme all’On Silvana Mura, l’On Massimo Donadi e 12 rappresentanti della cultura del territorio la questione della crisi culturale e della necessità di investire per dare una nuova identità urbana alla città. Interverranno:
Stefano Albarello              direttore Ensemble Cantilena Antiqua

Massimo Benini                  presidente Irma Records

Paolo Cacchioli                  direttore Teatro Arena del Sole

Roberto Calari                    responsabile cultura LegaCoop

Stefano Casi                         direttore Teatri di Vita

Shawna Farrell                   direttrice Bernstein School of Music Theater

Carlo Gavaudan                 presidente Sosia&Pistoia

Angelo Generali                 direttore Rosaspina un teatro

Tommaso Petrella            cantante Le Bon Folkett

Mariangela Pitturru         direttrice Teatro delle Celebrazioni

Giordano Sangiorgi          presidente AudioCoop

Giovanni Serrazanetti     direttore artistico Cantina Bentivoglio e fondatore Bologna Città di Clubs

E’ possibile, in tempi di grave crisi, investire nella cultura a Bologna? Può la politica culturale dare una svolta al degrado che attanaglia sempre di più la nostra città? Quali sono i progetti, le proposte operative che possono dare nuova linfa al tessuto sociale bolognese? Possono la valorizzazione del patrimonio, l’innovazione e l’animazione socio-culturale diventare punti di forza di progetti di rigenerazione urbana? L’investimento sulla cultura segna l’indice di modernità di un Paese, di una città, ogni taglio a questo settore è un taglio al nostro futuro,  significa rinunciare alla nostra parte più autentica, ai nostri  valori, all’identità che più ci appartiene, alla nostra dimensione  pubblica, allo strumento  che ci rende persone  autonome e cittadini e cittadine liberi. 

Io,  imprenditore del settore culturale, ho deciso di scendere in campo proprio per  dare voce ai tanti operatori ma anche ai semplici cittadini che sentono la necessità  che Bologna la dotta, la città con l’Università più antica del mondo, la città Patrimonio Musicale dell’Unesco diventi di nuovo protagonista. Dall’esigenza condivisa di dare risposte concrete a questo progetto nasce l’incontro alle Scuderie.

PROGRAMMA SERATA
  Alle ore 20.00 la serata inizierà con i ritmi energici scelti da Dj Ellen
– alle 21.00 spazio alle proposte con l’incontro-dibattito, a cui parteciperà con un breve intervento anche il candidato sindaco Flavio Delbono;
– alle 22.30  segue il concerto live delle band bolognese le Bon Folkett,  che animerà con loro ritmo folk rock irlandese, la parte conclusiva delle serata.  

La cittadinanza avrà così l’opportunità non solo di conoscere il reale stato di crisi su cui versa la città da anni, ma soprattutto di essere coinvolta nella costruzione di nuovo indirizzo, capace di portare benefici sociali ed economici. Come in un’agorà, questa serata diventa uno spazio dedicato a tutti coloro che vorranno suggerire temi ed argomenti da affrontare, che credono che la cultura sia veicolo fondamentale di cambiamento, perchè partecipare significa impegnarsi di più, tenere le mani sulla democrazia, tutelare la propria libertà, i propri valori.

VI ASPETTO NUMEROSI! NON MANCATE!

                           Marcello Corvino

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized